martedì 2 agosto 2016

UN ANNO FA, SCRIVEVO: "SE UN INSEGNANTE INTERROGASSE UN ALLIEVO...

Se un Insegnante
interrogasse un Allievo:
“Che cosa sta succedendo nel mondo
in questo 2015…?"

Se un Insegnante chiedesse ad un allievo di qualsiasi età di dire o di scrivere su questo tema: “Che cosa sta succedendo nel 2015 nel mondo? Prova a farlo con parole tue”…, già sarebbe da lodare. Perché lo chiederebbe a se stesso prima che all’allievo. E perché – doppia lode – porrebbe una domanda non prescritta da nessun programma ministeriale.
Aggiungo : molto probabilmente quell’insegnante sarebbe Una Insegnante, e quasi certamente rivolgerebbe lo sguardo ad Una Allieva.
L’Allieva non saprebbe che cosa rispondere.
Sollecitata e indirizzata con uno o più (come si usa dire) “aiutini”, farebbe dei nomi. Nomi di Stati, nomi di Soggetti in cronaca, nomi di Persone Note, nomi di Fenomeni, Avvenimenti.
E se si trattasse di una Allieva curiosa, attenta e non clonata, potrebbe fare anche delle connessioni. Per esempio:
1. L’incontro tra il Papa e Obama.
2. Il Terrorismo.
3. Gli Sbarchi e l’Immigrazione in Italia e in Europa.
4. Il “problema” del Clima.
5. La Guerra “boh” in Ukraina.
6. Renzi e il PD.
7. La Juventus.
8. Gli scioperi per la Scuola…
9. La sequenza di Omicidi, assassini, stragi famigliari, donne violentate da uomini, sequestri di droga, vecchi ammazzati e rapinati in casa, guerre tra bande per le strade delle città…

..............
Probabilmente l’Allieva sarebbe in grado di attribuire Nomi, Fatti e Fenomeni a due Categorie: i Buoni e i Cattivi, oppure al Bene o al Male.
L’Allieva citerebbe i Nomi, i Fatti, le Informazioni e le esplicite o implicite Valutazioni ricevute dai Media TV e online.
E l’Insegnante? Ascolterebbe o leggerebbe, forse commenterebbe. Ben difficilmente andrebbe oltre un Giudizio di “scritto bene o male”, più apprezzamenti linguistici, narrativi, espressivi.
Né l’Insegnante né l’Allieva possono dire o scrivere… “Che cosa sta succedendo nel 2015 nel mondo” .
Perché? 
Perché l’Informazione Nazionale e Mondiale non lo dicono.
Perché?
a. Perché non lo sanno.
b. Perché non sanno interpretare i Fatti.
c. Perché non sanno cercare le Fonti.
d. Perché non possono dirlo.
e. Perché se lo sapessero e lo dicessero, verrebbero irreversibilmente tacitati, puniti ed eliminati.
f. Perché si sono fatti scegliere e hanno scelto di stare al servizio di chi comanda.
g. Perché nessuno sa che in questo 2015 non c’è più una pluralità di Poteri e gli “scontri tra Poteri” sono solo messinscena .
h. Perché in questo 2015 (e già da molti anni) al Mondo c’è un solo Potere, dunque una sola Fonte di Informazione.
i. Dunque perché l’Informazione consiste nel trasmettere al Mondo ciò che il Potere decide si debba sapere.
E allora?
Allora, forse, l’Insegnante qualcosa potrebbe insegnare. Potrebbe cioè Insegnare che molte certezze sulle quali si basa l’Informazione – a partire dal Sapere degli Allievi – non ci sono più, né in Italia né in Occidente, né nel Mondo. Non ci sono più. Dunque – nonostante non vengano cancellate ma anzi sistematicamente celebrate dai Media – non possono venire trasmesse dalla Missione dell’Insegnamento, della Educazione, della Formazione dei Bambini, degli Allievi, insomma dei Giovanissimi e dei Giovani.
Vediamo insieme quali “certezze”, quali fondamenti della Società, non sono più da considerare e tanto meno appoggiarvisi come fossero assiomi, dati indiscutibili. Citiamone solo alcune:
1. Destra e Sinistra.
2. Libertà e Dittatura.
3. Libertà d’Informazione.
4. Libertà di Opinione.
5. Conservazione e Progresso.
6. Maggioranza e Minoranze.
…e tutte le filières connesse al defunto Codice Duale (grande-piccolo, bene-male etc).

E, così come per secoli si è celebrata la Verità secondo cui “La Storia la scrivono i Vincitori”, senza che mai sia stato chiarito che perciò non si può conoscere né “studiare” la Storia, per il semplice fatto che quella che chiamiamo “Storia” è “Storiografia”, dunque falsificazione…..
…così andremo avanti partendo da questo punto fisso:
“Non c’è più Libertà d’Insegnamento”, poiché chi ha Diritto di Insegnare può Insegnare solo ciò che il Potere permette di Insegnare.
*
Apriamo allora alcune finestre. O meglio: apriamo la prima finestra che l’Informazione ha “aperto” in questo Settembre 2015, ma che non ci ha permesso di vedere altro che buio. E scopriremo che, aprendo questa finestra, ci si apriranno così tanti panorami da non aver bisogno di aprirne altre.
Apriamo la finestra dell’Incontro tra Papa Francesco e Barack Obama con annessi e connessi: Benevnuto, Casa Bianca, Ground Zero, i Poveri, Madison Square Garden, Onu, Filadelfia…
1. Prima del Viaggio Storico, il Papa Bergoglio ha preparato e diffuso la prima Enciclica Bio-Ambientalistica della Storia del Papato, della Chiesa di Roma, del Cattolicesimo e del Cristianesimo. L’Enciclica “Cura della Casa Comune”.
2. Dopo il Viaggio Storico si terrà a Roma – a seguito d’ una decisione repentina a ridosso dell’Incontro Storico – il “Giubileo della Misericordia”, rivolto a tutto il mondo.
3. E finalmente l’Incontro. Tra Chi e Chi? Chi sono Barack Obama e Papa Francesco Bergoglio?
4. Essi sono due Pupazzi.
5. Entrambi sono stati imposti da un Ordine Superiore.
6. Barack Obama è stato imposto agli Stati Uniti a seguto di una accurata filière: 
 a) Demonizzare il Partito Repubblicano. 
 b) Rappresentare al Popolo il Partito Democratico come il bene. 
 c) Destinare al Partito Democratico un gigantesco finanziamento per produrre il massimo successo elettorale possibile sui targets popolari più sensibili alle promesse di giustizia sociale etc. 
 d) …dopo aver indotto lo Stato Maggiore del Partito ad una scelta strategica storica: la rivoluzionaria candidatura di un Negro Afro-Americano, emblema della tradizione… sic… democratica degli Yankees, dell’accoglienza, dell’integrazione, insomma della Bandiera Kennedy (nota: leggere “La Banda Kennedy”, di Pier Carpi, e soprattutto, le illuminate parole-lezioni di Noam Chomsky, sulla criminalità dei Kennedy…): Barack Obama; di origine islamica, con la sua American Lady Michelle e le sue afro-american belle bambine.
7. Papa Francesco è stato imposto al Soglio di Pietro dalla consolidata alleanza tra il Potere Finanziario Laico e il Potere Finanziario Cattolico. Imposizione drammatica, questa, perché si è dovuto passare sul “cadavere vivente” di un Grande Papa – Joseph Ratzinger – dopo averlo svergognato e attaccato per molti anni e, infine, dopo misteriose violenze che lo hanno indotto a lasciare il Pontificato imponendo al mondo la motivazione “stanchezza, vecchiaia, rinuncia volontaria”. Perché? Perché il Grande Papa sapeva e non accettava di farsi complice di un Progetto Anti-Umanità infinitamente più grave e colpevole di quello che segnò l’alleanza-servaggio del Primo Cristianesimo con l’Impero Romano.
8. Ed ecco il Papa Argentino, discendente di una povera famiglia di emigranti piemontesi in SudAmerica alla ricerca di pane e lavoro. Il Papa che da Cardinale viaggiava in Autobus, che si faceva la spesa da solo, che abitava in una cameretta, che andava a dividere il pasto con i poverissimi dei barrios… Il Papa al quale provvederà il Potere Finanziario a donare la cancellazione dei suoi oscuri rapporti col feroce dittatore argentino Videla, etc.
9. Ed ecco il Papa Argentino che dal balcone di San Pietro dice “buon pranzo”, regala le “misericordine”, viaggia, guida e si fa portare in Fiat 500. Che dorme in una cameretta. Che esce di nascosto per portare soldi ai “poveri” di Roma. Che piange in diretta televisiva.
*******
Ed ecco i due Pupazzi – accomunati da due Encicliche sull’Ambiente (sì perché anche Obama si era adeguatamente preparato lanciando, poco più di un mese prima, un alto monito sui rischi della Terra…) – incontrarsi alla Casa Bianca nel nome del Bene, per la “Salvezza del Pianeta”.
*******
E ora che abbiamo spalancato questa finestra, che cosa vediamo?
*
Vediamo una prima improvvisa inimmaginbile scena che avremmo sì potuto prevedere ma ci eravamo distratti:
***Vediamo che, mentre il Pupazzo Bianco è ancora in Terra Americana, si svolge a Washington un Incontro Epocale Bis: tra Obama e il Capo Comunista della Cina. Insieme firmano (pur con qualche riserva di Xi Jinping) un trattato sulle emissioni dei gas-serra. Insomma un “trattato ecoambientale per… la Salvezza del Pianeta”. Ma come ha potuto succedere che lo Stato più popolato e “inquinante-incurante” della Terra abbia potuto accettare un simile incontro? Eh, ragazzi! Avremmo dovuto satre più attenti sui perché, i quando e i per-come, la più ricca, obesa e mnefreghista Borsa del Mondo (la Borsa della Cina), è stata attaccata, semi-devastata e ridotta sul baratro. E avremmo sicuramente scoperto l’azione di quella che chiameremo, per semplicità, la “Banca Mondiale padrona del Mondo”, sì la stessa Potenza, lo stesso Potere Unico che ha messo a Washington il Pupazzo Obama e in Vaticano il Pupazzo Bergoglio. E che – siccome per il momento con il Miliardo e mezzo di Cinesi non si può scherzare – si è limitato a lanciare un Monito a Pechino ed ha pagato un biglietto per Washington a Xi Jinping.
E per il momento ci fermiamo qui.

***Ma ecco che la finestra ci svela un altro paesaggio. Qui e ora. Sì, mentre ancora Il Bianco e il Nero condividono la Missione di Salvezza e si suddividono il Campito in Terra d’America e sembra avviata l’epocale condivisione col Capo della Cina Comunista…
…ecco esplodere la bomba dell’Effetto-Serra sul capo, nel cuore, nei forzieri del Quarto Reich. Forse che ci eravamo ancora distratti? Non ci eravamo accorti che la Germania Merkeliana si era leggermente montata la testa? Non avevamo capito che si stava lì, all’ombra della Deutsche BundesBank, coltivando un recidivo Potere Nazional-Imperiale sull’Europa e chissà?, magari sulla pelle abbronzata della Federal Reserve, grazie all’mprovvida alleanza per dare una lezione all’impatteggiabile zar Putin? E che, un cazzotto a Bruxelles, un cazzotto alla Grecia, un cazzotto all’Italia, un buffetto alla Bce e una feroce scazzottata all’Ukraina, fossero niente meno che il preludio all’affermazione di Potere, dunque al rifiuto di ogni sudditanza alla Banca del Bene del Pianeta, dunque alla Istituzione di un Potere Nazionale Sovrano?
Ed ecco che, mentre Obama abbraccia Xi Jinping e Francesco abbraccia le Suore dei Poveri e le Famiglie nel nome della Salvezza dell’Umanità e dell’Ambiente, parte la Bomba Ecologica contro il Simbolo e la Sostanza del Potere Economico della Germania: la distruzione della VolksWagen è la distruzione del Prestigio Produttivo ed Economico della Germania, nonché del suo Diritto di Giudizio e di Condanna sugli Altri Stati, sull’immoralità dei loro Governanti, sulla stessa Fidabilità della Classe Dirigente al Governo e delle Classi Dirigenti colpevoli di mancato controllo.
E, assai marginalmente, all’impunibilità germanica nell’arruolare e scatenare eserciti del “Bene” col nome di Blac-Blok (variante italiana No-Tav) per screditare, impoverire, marginalizzare economie concorrenti.
Che accadrà ora che le squadracce germaniche hanno fallito il compito di screditare l’Expo di Milano e, forse, non riusciranno più (per mancanza di fondi) a sobillare e arruolare i valligiani della Val di Susa contro la Ferrovia Veloce che avrebbe tagliato fuori l’Economia germanica dal traffico-business tra Italia e Russia?
***
Ci fermiamoci qui?
Ma come si fa a fermare lo sguardo su… oh Dio mio! Non è forse proprio in questi giorni che si sta lanciando nuovi semi, nuove sfagliate di Degni Terrestri sul campo-clone dell’Ordine Terrestre? No, non possiamo chiudere gli occhi sul paesaggio dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. L’Onu. Sì, la nota farsa del prendersi cura della Terra.
Si sta organizzando il 2016, la successione del Pupazzo Ban Ki Moon. E proprio nei giorni in cui Francesco auspica il ruolo della Donna nella Chiesa, e la cosiddetta Politica Usa sta per mettere in scena Candidate-Donne alla Casa Bianca… ecco che l’Ordine Finanziario Globale si prepara a dichiarare la Donna Femmina&Madre come vera Guida di un Pianeta pilotato sulla via della Salvezza.
Si cominciano a fare Nomi di Donne. Si fa appello alle Mafie, alle Logge, alle Commissioni di Pace, alle Associazioni per l’Infanzia, per la Fame, per i Poveri della Terra…
La “Libera Informazione” ne parlerà per mesi. Noi non ci metteremo qui a puntare sulla Vincente o sulla Piazzata, ma ci bastano quei pochi Nomi che l’Informazione è già stata autorizzata a soffiare. Sono i Nomi di Fidatissime Colf del Potere, diciamo pure Serve collaudate. Per ora, ne bastano due: una, la più consolidata, la sicaria Christine Lagarde che fu piazzata al FMI dopo aver eliminato/rovinato quel Strauss-Kahn che non acettava di fare il complice della Grande Gang. Due, la… non so come fare a scriverlo senza nascondermi… la… sì, la Mogherini, la Niente che ha avuto modo di mostrare qua e là la sua totale nientità e che ne fa dunque una perfetta erede del suddetto Ban Ki Moon.
Dovrei continuare per spiegare meglio. Dovrei almeno indicare col dito le due Armate Anti-Umanità dipendenti dall’Onu: la Fao e l’Unicef. Forse verrà il momento di farlo, ma prima urge fare il grande salto nel Panorama della Salvezza del Pianeta.
Ma prima è mio dovere fare un piccolo passo indietro e darvi una mano nella lettura di alcune Parole e Frasi chiave che Il Capo della Chiesa di Roma ha pronunciato. Sarò breve.

***

1. “La nostra casa comune”. Questa frasetta viene ripetuta molte volte da Bergoglio.
2. Sarebbe una bella frase, usata nei secoli con intenzioni fraterne, antropologiche, religiose, politiche, sociali, culturali, poetiche.
3. Sarebbe la bella metafora dell’accoglienza, delle porte aperte.
MA:
4. Proviamo a rileggerla nel contesto del discorso di Bergoglio a Obama: Signor Presidente, trovo promettente che Lei abbia proposto un’iniziativa per la riduzione dell’inquinamento dell’aria. Considerata l’urgenza, mi sembra chiaro anche che il cambiamento climatico è un problema che non può più essere lasciato ad una generazione futura. La storia ci ha posto in un momento cruciale per la cura della nostra “casa comune”. Siamo, però, ancora in tempo per affrontare dei cambiamenti che assicurino «uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare» (Enc. Laudato si’, 13).
5. È dunque evidente che la “nostra casa comune” è la Terra. Non la Chiesa-ecclesia-casa comune della Cristianità aperta a tutte le altre Fedi.
6. La “casa comune” è…il Pianeta messo in pericolo dal… Cambiamento Climatico.
7. Non dagli stupratori di Femmine Cristiane, non dai “terrorismi”, non dal “consumismo” che azzera i valori dello Spirito, non dalle persecuzioni religiose o razziali o politche…
8. No, il Papa di Roma si allinea col facente-funzione di Presidente degli Stati Uniti d’America nella “Missione per la Salvezza del Pianeta”; celebra il Bene Superiore del Pianeta; fa da altoparlante a quella èlite planetaria che gli egoismi dell’Era post-moderna hanno costretto a gestire la salute, gli equilibri, la vita stessa dell’Umanità.
9. Il Papa di Roma e il Papa della White House sono dunque i due Testimoni dei Signori dell’Energia, delle Decisioni per il Bene, dell’Amicizia tra Cielo e Terra, del possesso e della distribuzione delle Risorse, e, pour cause, dell’avallo morale della Questione Demografica Planetaria come Questione Prima del Futuro.
10. Bergoglio e Obama hanno unito i fucili per chiamare l’Europa e il resto del Mondo alla Responsabilità nel Modello Globale di Vita…
………………………………………………………………..

No, devo davvero interrompere qui. Non posso e non voglio rischiare di farmi anche solo sfiorare dalle… opinioni. Devo cercare, devo scoprire, devo correlare…
Perché il mio desiderio è il mio destino: non mentire, non far vivere nella menzogna gli innocenti che stanno affacciandosi al mondo. Proverò a continuare.

***E' passato un anno. Oh diamine!!! Chissà che cosa risponderebbe oggi, a domanda, un Insegnante?