domenica 13 marzo 2016

ANCHE OGGI, QUI AD ALBA, HO ASSISTITO ALLA CROCEFISSIONE DI CRISTO

Dio sa che non prego.
Perciò so che mi ha ascoltato.


Sul sagrato della Chiesa della Madonna di Vitaleta, io bambino giudaico-cristiano di 8 anni d’età avevo l’incarico di dare il saluto all’amico del “mi’ babbo”, appena consacrato Prete, don Augusto.
Come concordato, tenevo il foglio stretto tra le mani. Appena don Augusto apparve e si fermò per mostrarsi alla gente di San Quirico, mi guardò. Non gli detti manco tempo di mettersi in posa d’ascolto e dissi ad alta voce:
“Salve, prete budello! Insomma ce l’hai fatta”.
Nessuno si scandalizzò e ci s'abbracciò e si mise tutti a ridere, meno il Vescovo di Montalcino.
Ho ricordato questa storia vera del mondo antico dopo essermi fatto forza, oggi, sceso le scale, uscito di casa, girato l’angolo, ed essermi posto davanti al maxi-schermo installato sulla facciata del Duomo di Alba… per assistere alla consacrazione del nuovo Vescovo della città.
Ho assistito ad un’altra crocifissione di Cristo. Non atea, non guerriera, non feroce, non razziale, non simbolica d’olocausto.
                                                                                                            continua a leggere

Ho visto facce funzionali di funzionari, ho visto gesti bancari e d’ufficio postale, ho ascoltato cori di addetti-al-coro, ho guardato espressioni di pausa-pranzo tra pranzo e cena, ho inseguito spostamenti da qua a là di libri detti Vangelo, di accessori regolamentari da officio, sono stato passa maneggiato tra Voci del birignao catto-buono e Voci di Langaroli di sesso maschile tra l’adulto e l’anziano, ho sentito chiodi ficcarsi a martellate sulle mie mani di intruso. Il Sacro che mi abita e che mi vive si è rivolto alla Terra, e nel profondo inconoscibile in cui la Terra Madre si fonde con i Cieli ho visto lo sguardo di Dio.
…E sapendo che Lui sa che io non prego, ho pregato - col polso sinistro stretto dalla mano destra di Karol Adolescente – il Dio senza volto al quale mi inchino.
L’ho pregato di sterminare questi cinici mostri dell’Umanità, questi burocrati della morte dello spirito e del corpo del Creato.
L’ho pregato di tornare ad accogliere il Sacrificio, l’Adolescenza, il Per-Niente, il Profumo della Carezza. E liberare la Speranza.