venerdì 26 febbraio 2016

L'AMICO GUIDO GAVELLI CI REGALA QUESTE PAROLE DI KAHLIL GABRIN, e poi...

«Nista niece sprijeciti sunse da ustane, cak i naitaniye noci jer osim crane zavjese noci tu je zora kuja jepred nama.»
"Nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia, perché oltre la nera cortina della notte c'è un'alba che ci aspetta".

...ma Guido non si ferma qui, e ci regala questa piccola cronaca:
Il 12 ottobre 1962, al Greenwich Village di NY City, mentre con i miei osservavo un paio di carri che si accingevano a sfilare per il 500° anniversario del Columbus Day, commentai ad alta voce ad un Americano che mi stava accanto: "La scoperta dell'America è stata certamente un evento epocale"
Un Redslin che mi stava alle spalle interloquì: «Noi l'America la conoscevamo da sempre. Per voi Europei è stata una scoperta. Per noi un esproprio».
*****
E io che ti regalo, Guido?
Semplice: Edward Sapir.
Se non lo conosci già, ne sarai affascinato.