lunedì 22 febbraio 2016

ALLE ADOLESCENTI ITALIANE: LEGGETE QUESTO LIBRINO-CAPOLAVORO. SIMONE WEIL L'HA SCRITTO ALL'ETA' DI 16 ANNI.

Leggete questo libro piccolo piccolo, ragazze (e anche voi, ragazzi). La scuola italiana non ve lo farà conoscere mai. La straordinaria sapiente Simone Weil quando l'ha scritto aveva 16 anni d’età.

"(…..) Il temperamento rivoluzionario porta a concepire la totalità. Il temperamento piccolo-borghese porta a convivere con l’immagine di un progresso lento, continuo e illimitato. Ma nei due casi la crescita materiale del partito diviene l’unico criterio rispetto al quale si definiscono in ogni cosa il bene e il male.
Esattamente come se il partito fosse un animale all’ingrasso, e l’universo fosse stato creato per farlo ingrassare. (…..) Nel momento in cui la crescita del partito costituisce un criterio del bene, ne consegue inevitabilmente una pressione collettiva del partito sui pensieri degli uomini. Questa pressione in effetti esiste. Viene mostrata pubblicamente. È ammessa, proclamata. Questo fatto ci farebbe orrore se l’abitudine non ci avesse totalmente induriti.
I partiti sono organismi pubblicamente e ufficialmente costituiti in maniera tale da uccidere nelle anime il senso della verità e della giustizia.
La pressione collettiva è esercitata sul grande pubblico attraverso la propaganda. Lo scopo manifesto della propaganda è la persuasione, non la comunicazione delle idee. Hitler aveva capito perfettamente che la propaganda è sempre un tentativo di asservimento dello spirito. Tutti i partiti fanno propaganda. Chi non ne facesse scomparirebbe in virtù del fatto che gli altri ne fanno. Tutti ammettono di fare propaganda. Nessuno è tanto audace nella menzogna al punto di affermare che intraprende l’educazione del pubblico, che forma le opinioni del popolo. (…..) Se un uomo, membro di un partito, è risolutamente deciso ad essere fedele in ogni suo pensiero unicamente alla luce interiore e a null’altro, non può far conoscere questa risoluzione al suo partito. È allora, di fronte ad esso, in stato di menzogna.
Questa situazione non può essere accettata che a causa della necessità, che obbliga a entrare in un partito per prendere parte efficacemente agli affari pubblici. Ma allora questa necessità è un male, e bisogna mettervi fine sopprimendo i partiti.
Un uomo che non abbia preso la risoluzione di fedeltà esclusiva alla luce interiore installa la menzogna al centro stesso della sua anima. Le tenebre interiori sono la sua punizione."