lunedì 5 ottobre 2015

Girolamo Melis - IL FACCIARIO DEL TERZO MILLENNIO






A'rìsa!

Progettata dall’Ufficio Pubblicità Matera’s Stones, il packaging è stato poi consegnato al Nasa Department della Miralanza per riempirlo. Dopo un tormentato brainstorming con gli Eredi della Famiglia Manga e altri millantatori di Contenuti, lo stuff è stato affidato alle Fabbriche Riunite di Viareggio for Carnival.
Infine è arrivato il momento di dare un bel Nome all’accrocchio. La Scuola di Roma Testaccio ne è stata incaricata di diritto, dopo aver visto l’oggetto e avere esclamato: “A’ cooosa!!!”
Approdati al Nome Discografico di “A'rìsa”, restava da mettere a punto la Voce. Ancora una volta il talento italiano ha trionfato: un rapido vertice tra Caterina Caselli, Ennio Moricone, Mogol e Katia Ricciarelli è giunto alla conclusione che la ricerca competeva ai rumoristi di Cinecittà.
Piazzata una batteria di sensori nei punti-traffico della Colombo, di via del Corso e del PRA a caso, ed infine presso la gattara del Colosseo, il risultato è stato fantastico.
Così nacque A'rìsa, il fenomeno del 2009. E mo’?
Mo’ so’ passati ‘na kilàta d’anni e A’rìsa è diventata una forza a ffa’ rizzà le creste ai bimbi minchia!… facce A'rìde!