sabato 10 ottobre 2015

CRETINO.IT - IN ESCLUSIVA ASSOLUTA (vedi Mediaset): LA PRESENTAZIONE



Presentazione.

Il Cretino.it cretineggia. La sua potenza è infallibile. Nessuno può difendersi e tantomeno immunizzarsi dall’azione del Cretino.it. Anche perché il Cretino.it agisce nella più apparente immobilità.
Il Cretino.it ha la faccia da Cretino. Qualcuno sostiene che il Cretino, prima di svelarlo, vada frequentato: cioè non sarebbe possibile riconoscerlo a prima vista. Chi pensa questo è, assai probabilmente, un Cretino. Poiché non vedere il Cretino nell’istante stesso in cui si incrocia il suo sguardo, è segno di contagio avvenuto.
Anzi, il Cretino è riconoscibile anche senza vederlo in faccia. Oggi come ieri, il Cretino si riconosce dagli abiti che indossa, da come li indossa, da come si pettina, da come cammina e incede. Insomma, si riconosce anche da dietro, da sotto e dai lati.
continua


Inutile dire che il Cretino si riconosce anche a distanza: per esempio dalla lettera che ti scrive, o perfino da un appunto scritto anonimamente su un pezzo di carta.
Dicevamo: il Cretino.it. E la Cretina.it? Non è sottinteso. Certo, la Cretina.it esiste eccome. Ne esistono milioni, ma non lo si può considerare un “genere femminile”. Diciamo così, e poi non ci torneremo più: è quasi impossibile trovare una Cretina Femmina in quanto Femmina. I milioni di Cretine-Donne esistenti, lo sono per emulazione, quindi per identificazione al genere maschile.
Insomma la Cretineria è Maschio: riguarda la Femmina in tutti i casi in cui la Femmina è stata contaminata dalla cultura maschile e, pur fingendo di essere Femmina, si comporta come Maschio, cioè come Cretino.
Una precisazione: molte volte il Cretino.it non è una “persona”, o meglio non è riconoscibile da un corpo o dai pezzi di carne che lo compongono.
Per carità, stiamo attenti! In milioni di casi il Cretino.it sta dietro, sotto, a monte, a lato dell’Essere Umano. Spesso è un suo manufatto, un’opera, un rutto.
Insomma una Cosa o una Parola manifestamente riconoscibili come Cretine.it sono autentiche inconfondibili creazioni del Cretino.it.
MA…
Coraggio. So che state per essere messi a dura prova. Sì, perché il Cretino.it è talvolta – così talvolta da essere una quantità di volte incalcolabile – il nome che si dà ad un Sapiente… Cioè a uno che ha il dono di Dio di non somigliare a niente di ciò che dovrebbe essere fatto e a nessuno di chi dovrebbe fare qualcosa, secondo le regole ferree del Cretino.it… Dunque, è mai possibile che Cretino.it sia la qualifica o il cassetto dentro cui un vero Cretino.it situa – chiamandolo Cretino – uno che non solo non è Cretino né Cretino.it ma è così diverso e malmesso da non prendere nemmeno in considerazione l’idea di passare per Cretino.it per rendersi la vita un po’ meno complicata?
Eh, come direbbe lo scrivano di queste pagine… so cazzi! E siccome so’ cazzi, ci siamo ben guardati dal volerli far sembrare Pensieri.
In parole random, ci siamo lasciati invadere, sfiorare, pungere, pizzicare, scopare, suonare, scazzottare, sedurre ogni volta, ogni istante, ogni zac, dal primo Cretino.it di passaggio.
E non ci siamo permessi di togliere a Te, Lettore (almeno fin che reggerai), la libidine di piazzare il Cretino.it nel primo cassetto che ti trovi a portata di mano.
Che Dio Tassista.