giovedì 20 agosto 2015

CIAO FULVIO! POSSO PRESENTARTI AI MIEI AMICI COME L'UNICO SCRITTORE ESISTENTE IN ITALIA?

Ciao Fulvio. Avrei potuto presentarti come "il più grande"... ma ci saremmo pisciati addosso dal ridere... non riuscendo a fare nemmeno un nome, a offrire nemmeno una pagina di... quegli altri.
Ora però sta attento. La vedi questa immagine: è il tuo Libro. Ma non è una foto tratta dal web. E' il tuo libro che ho comprato e pagato e scannerizzato. Lo mostro così per dare agli Amici l'idea che è un Chilo di roba. E che lo devono pagare. Subito. Perché un Libro così non l'hanno mai letto e non lo leggeranno più. Cazzo.
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Roma, 700 pagine controvento.
Il Romanzo senza Trama e con milioni di Personaggi.
Il Primo Romanzo scritto in Lingua Italiana dopo... (non mi viene).
Il Libro di Roma, per Roma, su Roma, con Roma, tra Roma e Roma. Il Libro che tu, Amica, Amico, vorrai leggere con la Persona che ami. Il Libro che a settembre porterai a Scuola per leggere in Classe.
Il Libro che non ficcherò mai tra i circa 7500 libri che mi sono rimasti negli scaffali, perché lo vorrò sempre a portata di libidine...





E qui avrebbe dovuto esserci la faccia di Fulvio Abbate, il Marchese Fulvio Abbate, ma preferisco mostravi il copia&incolla dell'ultimo contatto tra Abbate e me a cavallo tra Teledurruti e il mio blog. 
Non ci hai capito una mazza? Meglio, così ti dài da fare.
Ciao.