lunedì 27 luglio 2015

GOVERNARE E' PRENDERSI CURA - PRENDERSI CURA E' DONNA.




Sì, prendersi cura è Donna.
Ma non è una bandiera:
è la vita quotidiana della Donna.

Delle Donne che non scappano quando gli uomini scappano, che si prendono cura di chi ha bisogno e spesso non ha nemmeno le parole per dirlo: i malati, gli andicappati, i soli, i poveri, gli emarginati, i vecchi, i disuguali.
Delle Donne della Politica e del Pensiero.
Delle Donne del Volontariato e della Scuola.
Delle Donne dell’Università e delle Istituzioni.
Delle Donne del Lavoro e dell’Impresa.
Delle Donne della Famiglia e della Casa.
Delle Donne dell’Avventura e della Riflessione.
E su tutte, delle Donne di Cristo, le Suore che tengono in vita chi non conta niente, gli Scarti Umani, e sono quasi sempre il Modello Cristiano per tanti "religiosi maschi" distratti e mestatori.
Donne Bellissime.
continua


A queste Donne, un popolo immenso di “senza voce” chiede:
“PRENDETEVI CURA COME SAPETE FARE, 
COME FATE OGNI GIORNO”.
Oh sì, anche alcuni “uomini” non scappano e si assumono le belle responsabilità del “prendersi cura”: ma sono quei pochi che non costruiscono Altari Profani all’Utile, allo Spreco, alla Corruzione, alla Grettezza, all’Arroganza, alla Stupidità, all’Irresponsabilità; insomma, gli Uomini che hanno “sguardo femminile”, culto dell’allevare e del sostenere, del costruire la Casa invece di devastarla o abbandonarla nel dolore.
*“Governo del Prendersi Cura” significa pensare e fare Leggi per le Persone e non per le Categorie; costruire Case e Città per gli “uguali” e non per gli Immobiliaristi; fare progetti di Ricerca Scientifica per realizzare la Cura e la Guarigione e non per finanziare Cosche Farmaceutiche e Baronie di Ricercatori o paralizzanti Burocrazie Ospedaliere.
*“Governo del Prendersi Cura” significa rivoluzionare dalle radici il senso stesso della Scuola, a partire dalla Formazione degli Insegnanti, dalla Selezione feroce e orgogliosa secondo il Merito e le Capacità e la Passione fino alla Rivalutazione radicale delle Carriere degli “Insegnanti degli Insegnanti” e dell’adeguamento dei loro Stipendi a quello dei più Alti e Capaci Dirigenti d’Impresa.
*“Governo del Prendersi Cura” significa affidare per Legge la Contro-Cultura dei Programmi Televisivi, dello Spettacolo, dell'ipocrita "Scambio Online" e dell’Intrattenimento, alle migliori Menti e alle maggiori Creatività d’Italia e d’altri Paesi, per curare e bonificare il mostruoso inquinamento prodotto in quarant’anni dagli schifosi Aventi Diritto di Informazione.
*“Governo del Prendersi Cura” è mestiere di Donna, com’è mestiere di Donna il Prendersi Cura quotidiano dei Bambini Sani e dei Bambini Andìc come “uguali” da amare e far crescere.
*“Governo del Prendersi Cura” è movimentare l’interiorità dei Giovanissimi e dei Giovani, liberarli dal culto-di-morte degli oggetti e dell’afasìa demente, caricarli di energie spirituali che trasformino la noia in piacere della bellezza.
*“Governo del Prendersi Cura” è curare i cosiddetti Sani, smantellare la mortifera indifferenza dei cosiddetti Normali.
E solo così, procedere con instancabile amore femminile verso il compito più difficile ma indispensabile: il recupero della Responsabilità, della Spiritualità e della Speranza delle masse “umane” degli Uomini, non più Maschi, non più Potenti, non più Padri, non più Fratelli, non più Sostegno, non più Simbolo.

Come si fa? Si confida e affida il Governo del Mondo alle Donne, chiedendo loro di confermare il compito quotidiano cui sono chiamate da sempre e per sempre: dare la Vita.